Murales di San Basilio rimossi dal Comune

Il 16 settembre il Campidoglio ha comunicato la sua volontà  di promuovere e valorizzare la street art come forma espressiva artistiche di assoluto valore culturale e sociale. In tal senso sono state inserito delle opere nell’ufficio dei rapporti con i cittadini riferite al caso del progetto AMVA e si è anche espresso esplicito apprezzamento per i murales  disegnati in molti quartieri romani.
Pur tuttavia in riferimento ai murales apparsi a San Basilio nei giorni scorsi, il comune ha comunicato che rappresentano una violazione del codice penale (articolo 342) perchè contengono offese esplicite nei riguardi delle forze dell’ordine e pertanto si procederà  alla loro rimozione.
Nell’occasione, Ignazio Marino, sindaco di Roma, ha comunicato al questore  per ribadire un ringraziamento per l’attività  continua che viene svolta dagli uomini e dalle donne delle forze dell’ordine impegnati a tutelare la sicurezza di tutti i Romani.  Il murales apparso sui muri del quartiere San Basilio rappresenta offensivamente dei poliziotti raffigurati come animali.
L’immagine è¨presente insieme ad altri lavori del cosiddetto “Progetto Samba” in cui artisti di varie nazionalità  hanno disegnato enormi dipinti sulle facciate delle case popolari. L’opera voleva  ricordare Fabrizio Ceruso, un ragazzo di Tivoli di 19 anni morto nel 1970, il giorno 8 settembre, a causa di un colpo di pistola vagante durante scontri con le forze di polizia per una manifestazione di piazza di lotta per la casa.
L’episodio ricorda un altro caso di rimozione murales avvenuto a Gennaio 2014  quando Mauro Pallotta che realizzò il murales superpope che raffigurava Papa  Francesco fù cancellato da un muro di Borgo Pio su un preciso intervento dell’Arma dei Carabinieri. Pallotta comunicò di essere soddisfatto del successivo riscontro positivo che la sua superpope aveva avuto e
che  si trattava di una realizzazione urbana e quindi necessariamente da rendere fruibile a tutti.
Pallotta rimase lusingato perchè il proprio il Vaticano mise in risalto il chiaro valore simbolico dell’opera anche se ovviamente dispiaciuto della rimozione e si ripropose di non disegnare antieroi ma solo super eroi.
il Consigliere Municipio ROMA IX EUR, Massimiliano De Juliis, ha presentato un documento per chiedere al Consiglio del  Municipio di ospitare una rassegna dell’opera dell’artista Mauro Pallotta ed in particolare il significativo Murales “SuperPope”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.